SOS Tesina di Francese

Oggi mi rivolgo agli studenti che a breve dovranno affrontare l’esame di maturità o di terza media. Nota dolente: la Tesina. A che punto siete? La state scrivendo? Non l’avete nemmeno iniziata? È già pronta?

La tesina è un percorso multidisciplinare che potete esporre liberamente, i cui argomenti e collegamenti vengono concordati insieme durante l’anno scolastico. La tesina non è affatto un lavoro facile ed è bene cominciare a pensare all’argomento e alla successiva scrittura del percorso. Scrivere una tesina interessante e allo stesso tempo in grado di fare colpo sulla commissione, è il modo migliore per assicurarvi fin da subito che almeno la prima parte dell’esame orale sia un vero e proprio successo.
Tutto sta nel riuscire a trovare l’idea giusta e poi, ovviamente, nell’essere in grado di portarla avanti in modo coerente. 

Individuate il tema da approfondire e a tal proposito vi consiglio di scegliere uno che vi interessa particolarmente. Per aiutarvi, realizzate una mappa concettuale con una scaletta in cui indicate l’argomento di partenza della tesina, le altre materie e i relativi collegamenti. Dopo aver raccolto tutte le informazioni che vi servono, potete iniziare a scrivere la tesina che va strutturata in queste parti:

  1. la copertina in cui inserite tutte le informazioni
  2. l’introduzione
  3. la parte centrale in cui si approfondiscono i singoli argomenti delle materie
  4. la conclusione
  5. la bibliografia.

La tesina di francese

 Adesso veniamo al dunque: e per la parte in francese? Molti di voi penseranno “aiutooo ora come farò?!” Non temete,, non è poi così difficile. Siate originali e scegliete un argomento che abbia un collegamento pertinente con il vostro tema principale, non deve essere una forzatura. Se vi sembra difficile, provate  a raccogliere le idee, cominciate prima a scrivere in italiano e poi traducete. Un passo alla volta 

Gli argomenti sono numerosi, tutto dipende dal vostro programma e dalla vostra creatività → Victor Hugo, Baudelaire, l’Impressionisme, Balzac, le Romantisme, la Révolution Française, Émile Zola, la Belle Époque e tanti altri…”

Se avete bisogno di una mano o di consigli, non esitate a chiedermi.

Parola d’ordine: Originalità e Impegno

Buono Studio! 

Facebooktwittergoogle_plusmailby feather

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *